MENU

MENU

Legame tra ludopatia e narcisismo

Diversi studi scientifici hanno dimostrato la correlazione tra la ludopatia e il disturbo narcisistico della personalità, che condividono diversi aspetti e caratteristiche.

Vediamo quali sono i tratti della ludopatia e quelli del narcisismo, quali sono le ragioni scientifiche che mettono in relazione le due patologie e come aiutare una persona affetta da entrambi i disturbi.

ludopatico al casinò gioca

Ludopatia e narcisismo: una definizione

La ludopatia è una dipendenza da gioco d’azzardo, che rientra nella categoria delle dipendenze comportamentali, ed è manifestazione di un incontrollato desiderio di praticare scommesse fisiche e/o online. Il giocatore patologico è colui che non riesce a controllare gli impulsi, il suo comportamento di gioco diventa ripetitivo e compulsivo fino al raggiungimento della vincita, per poi ripetersi come in un loop.

Per quanto riguarda il narcisismo, questo viene definito come il disturbo antisociale di personalità e chi ne è affetto tende a manipolare le persone per ottenere dei benefici a proprio vantaggio.

La persona narcisista sovrasta gli altri, imponendo il proprio volere e, allo stesso tempo, non riesce a validare se stesso se non ricevendo continue conferme dall’esterno. Il soggetto narcisista è spesso permaloso, suscettibile ad ogni forma di critica e quando viene contraddetto può manifestare stati ansiosi e depressivi.

Ludopatia e narcisismo: gli studi scientifici

Gli studi scientifici hanno osservato che il disturbo antisociale di personalità è una delle patologie maggiormente rilevate nei giocatori d’azzardo patologici.

Esiste quindi una correlazione tra il narcisismo e la ludopatia: lo studio condotto da Steele & Blaszczynski ha rilevato, infatti, che il 53% dei giocatori patologici soffre anche del disturbo narcisistico della personalità.

Nel particolare, i tratti che il giocatore patologico e il narcisista condividono sono i seguenti:

  • Impulsività: il giocatore non può fare a meno di scommettere, ma allo stesso tempo ha la convinzione di poter smettere quando vuole; così come il narcisista agisce impulsivamente quando non ha più il controllo della situazione.
  • Compromissione delle relazioni interpersonali: il giocatore mente e chiede o ruba i soldi ai propri familiari per scommettere, distruggendo così le proprie relazioni. Un giocatore con disturbo narcisista tende maggiormente a trascurare le relazioni con i familiari e i colleghi, non svolgendo correttamente il proprio ruolo.
  • Senso di instabilità e insicurezza: il giocatore narcisista si appoggia sempre all’aiuto delle altre persone, ma soffrendo di una dipendenza, non avrà mai il pieno controllo della situazione e cercherà all’esterno la stabilità che non riesce a trovare dentro se stesso.

Questi sono i principali sintomi manifestati dal giocatore d’azzardo con disturbo narcisistico, che possono essere dei campanelli di allarme per le persone e i familiari che lo circondano.

luci di una sala slot machine

Ludopatia e narcisismo: correlazione tra gioco e patologie psichiatriche

Una delle numerose cause scatenanti della ludopatia può essere ricercata nei disturbi mentali o psichiatrici precedentemente diagnosticati al giocatore d’azzardo.

L’individuo che già presenta un disturbo psichiatrico ha, infatti, una maggiore propensione allo sviluppo della ludopatia. Le patologie come l’ansia, la depressione e i disturbi della personalità possono aumentare la propensione della persona verso il gioco d’azzardo.

L’impulsività e l’adrenalina che il giocatore cerca e mette nella propria attività di gioco trova corrispondenza in alcuni disturbi, come il deficit dell’attenzione e dell’iperattività ADHD.

L’ossessione e l’impulsività sono due caratteristiche presenti in diverse patologie psichiatriche, una delle quali è il disturbo narcisistico, che per sua natura manifesta un’ossessione nel proprio sé, nella propria potenza e superiorità. Queste caratteristiche rendono i soggetti narcisisti estremamente vulnerabili allo sviluppo di una dipendenza come il gioco d’azzardo, poiché le scommesse sono un auto medicamento, un metodo per eliminare ogni emozione negativa come l’ansia, la solitudine e le incertezze.

La vincita al gioco è un’esperienza che solleva il narcisista e motiva i suoi pensieri ossessivi: l’emozione generata dal gioco d’azzardo sopperisce la dipendenza affettiva che il soggetto narcisista instaura con le persone che lo circondano.

Per approfondire i tratti psicologici che caratterizzano un giocatore d’azzardo patologico leggere:Ludopatia e psicologia: tratti psicologici nella dipendenza dal gioco”.

A chi rivolgersi per chiedere aiuto

Il Ministero della Salute ha istituito il Telefono Verde Nazionale 800 558822 per le problematiche legate al gioco d’azzardo, è un servizio gratuito e anonimo per ascoltare e sostenere chi è alla ricerca di aiuto.

Il Centro Torinese di Solidarietà è una comunità terapeutica per il trattamento del gioco d’azzardo patologico.

Il paziente viene inserito all’interno di un contesto di gruppo, con persone che affrontano insieme un percorso di recupero dalla dipendenza dal gioco. I medici specializzati e gli psicologi aiuteranno la persona con percorsi terapeutici individuali e di gruppo, al fine di evitare ricadute e permettere il ritorno alla propria vita.

Scopri l’approccio del Centro Torinese di Solidarietà per il recupero dalla ludopatia

Ultime News